Prodotti

Visite

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi127
mod_vvisit_counterIeri301
mod_vvisit_counterUltima settimana868
mod_vvisit_counterUltimo mese5503
mod_vvisit_counterTotale725564

Traduttore

Word

 To: 

Langtolang Dictionary

Mantenere inalterate le caratteristiche di un fluido per circuiti idraulici è fondamentale per la durata dei componenti oleodinamici. La complessità di alcune valvole e pompe di ultima generazione ha amplificato in maniera considerevole i problemi che di norma affliggono questo tipo di impianti. In particolare si è compreso che una buona filtrazione permette di eliminare gli inquinanti ma nulla può contro il decadimento delle caratteristiche chimiche dell'olio idraulico.

Sarebbe necessario additivare in maniera adeguata i prodotti commerciali in fase di produzione, ma il mercato richiede prodotti a costi concorrenziali. I produttori si limitano allo stretto necessario d'altronde non hanno nessun interesse a commercializzare prodotti che potrebbero durare troppo a lungo. Questa situazione ha generato un mercato nuovo: la produzione di additivi per correggere ed esaltare le proprietà  degli oli.  I produttori di  questi additivi hanno diretto i loro sforzi  verso la messa a punto  di sistemi in grado di prolungare e mantenere inalterate il più a lungo possibile le caratteristiche dei fluidi idraulici. In questo caso gli scopi sono opposti a quelli dei produttori di oli: consumare meno olio e più additivo.

La SEA S.r.l. sono anni che collabora con queste aziende allo scopo di sviluppare macchine adatte alla filtrazione che permettano anche di esaltare le caratteristiche degli additivi. Da queste collaborazioni sono nati molti prototipi che una volta sviluppati ci hanno permesso di costruire attrezzature per la filtrazione che vengono commercializzate con diversi marchi.

Abbiamo centrato molti obiettivi ma il nostro lavoro continua, ci sono diversi progetti in corso per lo sviluppo di nuovi modelli o per il restiling di quelli in produzione, ma siamo molto attivi anche nella ricerca di procedure corrette per sfruttare al massimo macchine e additivi. I teorici si armano di contatori di particelle e provette per fare la diagnosi e "curare" gli impianti, ma questo funziona solo nelle grandi aziende dove ci sono tecnici dedicati. La realtà sappiamo tutti che è diversa, pensate ad una piccola azienda dove il manutentore fa anche altri lavori e non ha preparazione specifica, però ha gli stessi problemi. Ecco il motivo che ci ha convinto a studiare meccanismi di additivazione e filtrazione da eseguire secondo le ore di servizio o addirittura peridicamente a campione. Le procedure che abbiamo messo a punto hanno dato ottimi risultati sia per il prolungamento della vita degli oli, sia per la salvaguardia dei componenti degli impianti. Il tutto in considerazione della semplicità di esecuzione e del minimo investimento finanziario.